SCOPRI ALTRO IN VAL FIORENTINA
Le Regole
ULTIME NOTIZIE | STORIA
Attività
Area Picnic i "Palui"
Raccolta Funghi
Info e Regolamento
Valorizzazioni culturali
WebCam | Percorso Toffol | L'Andrìa
Patrimonio Regoliero
Malga Fontana Freda
Dove siamo
a Selva di Cadore
Contatta Ufficio Magnifica Regola Selva di Cadore
Contatta Ufficio Magnifica Regola Selva di Cadore
per informazioni

REGOLAMENTO DI FABBISOGNO

LA MAGNIFICA REGOLA  SELVA DI CADORE E PESCUL
 


ART.1 Fabbisogno
Il "Fabbisogno" è il diritto delle famiglie regoliere di usare il patrimonio comune, per la manutenzione ordinaria e straordinaria della propria casa d'abitazione e per la costruzione e manutenzione delle stalle-fienili (tabie).


ART:2 Finanziamento
La Regola intende far fronte alle spese di "Fabbisogno" con i mezzi ordinari del bilancio, coordinando la manutenzione delle case d'abitazione e la ristrutturazione o costruzione delle stallefienili (tabie) con la potenza produttrice dei propri boschi.
Ogni anno in sede di bilancio, sarà stanziata la somma da destinarsi a detti fabbisogni. Qualora però la Regola si trovi nell'impossibilità di fare assegnazioni in denaro nei tempi previsti dal Regolamento e con i mezzi ordinari del bilancio, la Commissione Amministrativa concorderà con le persone interessate le necessarie dilazioni di pagamento.


ART. 3 Ammissibilità ed assegnazioni
Il fabbisogno spetta a ciascun membro maggiorenne della famiglia regoliera, in una o più volte e per uno o più fabbricati di sua piena proprietà fino ad una misura massima, vita natural durante, di mc 30 di legname rotondo per la casa di abitazione e mc 35 per le stalle-fienili (tabie). I coniugi possono essere ammessi singolarmente o in comunione, ma sono computati come una sola persona ai fini della misura massima dell'assegnazione. Le case di abitazione e le stalle-fienili dovranno essere ubicate nel territorio del Comune di Selva di Cadore.


ART. 4 Procedura
Gli aventi diritto presenteranno domanda all'ufficio della Regola, indicando i lavori da eseguire e la loro ubicazione; espressa richiesta, sulla stessa domanda, dovrà essere formulata se la scelta dell'assegnazione è in legname. L'assegno in natura non potrà essere richiesto per quantitativi inferiori ad una pianta. Ove sia prevista apposita concessione in base alla normativa edilizia vigente, alla domanda va allegata copia relativa dell'autorizzazione.


ART. 5 Garanzia e destinazione
Le opere per le quali è stato goduto il fabbisogno non saranno ammesse ad un nuovo assegno se non trascorsi venticinque anni dalla data di ultimazione lavori. Entro il periodo di quindici anni dalla data degli assegni, le case non potranno essere alienate a persone non partecipanti alla Regola, e le stalle-fienili non potranno essere alienate a non partecipanti o destinate ad usi non agricoli, pena la restituzione degli assegni medesimi, rivalutati.


ART. 6 Commissione di rifabbrico e fabbisogno
La Commissione Amministrativa delibererà l'assegnazione, di norma, entro i mesi di aprile e di ottobre, previo parere della Commissione di rifabbrico e fabbisogno, che dovrà eseguire i sopralluoghi prima dell'inizio dei lavori e dopo la loro ultimazione. Per i lavori non eseguiti entro due anni dalla domanda, dovrà essere presentata una nuova domanda. I sopralluoghi, le relative relazioni e la martellata delle piante considerate idonee dovranno essere effettuati da almeno due membri della Commissione stessa, su invito della Commissione Amministrativa, alla quale il Regoliere presenterà domanda scritta.
Per le attribuzioni della Commissione di rifabbrico e fabbisogno e per le assegnazioni in natura o in denaro valgono le norme del Regolamento di rifabbrico.
In casi specifici non previsti dal presente regolamento il parere della Commissione Rifabbrico e fabbisogno sarà vincolante.


ART.7 Registrazione delle assegnazioni
Le assegnazioni per il Rifabbrico e il Fabbisogno ai regolieri sono registrate su apposito registro a cura della Commissione Amministrativa.

TABELLA PER IL FABBISOGNO

Abitazioni  
Solaio in duro o sap mc 0,100 x mq
Travatura per solai e scale in legno mc 0,040 x ml
Pavimento in legno mc 0,080 x mq
Soffitto mc 0,050 x mq
Porta interna ( altezza minima m 1,80 )  mc 0,350 x unità
Porta esterna o portoncino d’ingresso ad appartamento mc 0,250 x mq
Portone d’ingresso esterno in legno mc 0,400 x mq
Finestra ( luce superiore a m. 0,5 x 0,6 )   mc 0,300 x mq
Cassonetto o stipiti per porta o portone mc 0,150 x unità
Cassonetto o stipiti per finestra mc 0,100 x unità
Imposte esterne o scuri per finestra o porta mc 0,150 x mq
Scala interna od esterna in legno, finita con rivestimento, compresi i pianerottoli mc 0,150 x mq
Rivestimento sostituito nelle scale in legno mc 0,080 x mq
Ringhiera in legno per scale mc 0,070 x ml
Poggioli completi di ringhiera mc 0,200 x ml
Travatura per tetto ( minimo Ø cm 20 o cm 13 x 16 ) mc 0,040 x ml
Morali per tetto mc 0,015 x mq
Stalle e fienili   
Solaio e travatura per solaio e scala come per abitazioni come per abitazioni
Travatura, morali per tetto come per abitazioni come per abitazioni
Porta esterna in legno completa mc 0,200 x mq
Finestra completa mc 0,250 x mq
Pavimento e tamponamento esterno in legno mc 0,030 x mq
Scala fissa, finita mc 0,090 x mq

 

N.b. Nella determinazione dei quantitativi di legname è già stato calcolato lo scarto del 25% circa causato dalla riduzione del legname da tondo a quadro.

 

Magnifica Regola di Selva e Pescul di Cadore , P.I. 00951580257 | tel +39 0437 521009 | cookie policy